Gossip News Italia

La confessione di Maria De Filippi sul figlio adottivo

Condividi:
Tempo di lettura: 5 minuti

La conduttrice Maria De Filippi confessa dei timori che la turbavano riguardo l’adozione del figlio Gabriele Costanzo.

La confessione di Maria De Filippi sul figlio adottivo

In una sua intervista rilasciata al Corriere della Sera, la conduttrice Maria De Filippi confessa il suo timore più grande, la donna infatti parla dell’adozione del figlio Gabriele Costanzo e in merito dice:  “Avevo paura di fargli schifo”. La De Filippi ha incontrato quello che oggi è suo figlio, quando quest’ultimo aveva 10 anni, oggi Gabriele ha 28 anni e sua madre era letteralmente terrorizzata dall’idea di non piacere al ragazzo. Maria De Filippi rivela che rivivrebbe adesso, con più maturità, quel giorno don il senno di poi: “Quando ho incontrato per la prima volta Gabriele: lui aveva 10 anni, io ero tesa come una corda di violino, era come andare a un esame a cui non ti puoi preparare. Pensavo: e se gli faccio schifo?”, afferma la donna nella sua intervista al Corriere della Sera, ma fortunatamente, tutto è andato per il meglio ed ora Gabriele è legatissimo sia a lei che al padre Maurizio Costanzo. La conduttrice nella sua intervista parla a cuore aperto, confidando cose personali: “Il mio incubo ricorrente è la malattia: ho il terrore della sofferenza per me e per le persone a cui tengo. E a mio marito Maurizio Costanzo ruberei tanti talenti. A partire da quello di non smettere mai di essere curioso, sperimentare, mettersi in gioco. Io sono molto più cauta nelle mie cose, vado con la certezza di avere qualcosa sotto i piedi, lui invece non ha paura di buttarsi”.

Maria De Filippi continua la sua intervista al Corriere delle Sera e lasciandosi andare alle confessioni, parla sia della vita privata che di quella professionale: “La bellezza aiuta in televisione, ma non basta. La patente di ingresso per la tv non può essere la bellezza, a meno che non si tratti di Miss Italia. E il momento professionale che vorrei rivivere è la prima serata di Sanremo, perché ero terrorizzata: non ho mai avuto un panico così né alla maturità né alla laurea. Avevo la salivazione azzerata, continuavo a camminare con lo sguardo fisso e le labbra che si accartocciavano all’indentro. Ho scelto di non fare le scale non per la paura di cadere, ma per la certezza di cadere perché mi tremavano le gambe. Ero preparata su ogni autore di ogni canzone, anche se poi ho capito che non serviva a niente. Ho finito quella sera nella convinzione di tornare a Roma, talmente ero stanca. Se potessi la rivivrei in modo completamente diverso” afferma la conduttrice.

Maria De Filippi vanta un grande numero di programmi Mediaset, tant’è che sul web viene soprannominata ‘Queen Mary’, la donna durante la sua intervista, parla anche dei programmi che conduce o dove comunque vi ha preso parte: “Amici è quello che mi dà soddisfazione, Tú sí que vales leggerezza e spensieratezza, Uomini e Donne divertimento con gli amori di Gemma a 70 anni. C’è posta invece è quello che mi appassiona di più, perché la scelta delle storie è mia, perché mi misuro con quello che non conosco, con l’imprevisto di chi arriva ad aprire o meno la busta. Chi fa la televisione fa mediazione tra quello che succede in studio e quello che arriva a casa: C’è posta per te consente a chi lo conduce di non rimanere imbrigliato. Per questo preferisco il pomeridiano di Amici piuttosto che il serale, perché non mi sento ingabbiata in un meccanismo di gara dove il televoto padroneggia e se la mia attenzione di conduzione dura più tempo su un ragazzo che balla piuttosto che canta rischio di condizionare il risultato“. Maria De Filippi è una grande professionista, molto amata dal pubblico non solo per la sua bravura, ma anche per il suo approcciarsi con le persone e per il suo carattere.

Condividi:

Clicca play per ascoltare Radio Gossip News Italia

www.radiogossipnewsitalia.it

Lascia una risposta